Annunci

La dieta del gruppo sanguigno: funziona veramente? La mia esperienza, i pro e i contro.

Dieta. Questa parolina, dal suono quasi satanico, facciamo quasi sempre il possibile per farla uscire dall’altra parte dell’orecchio. Le diete sono odiose e questo è un dato di fatto.

Restrittive, spesso proibitive ci rendono la vita un totale inferno: ma il cornetto al bar no, la pizza super iper mega farcita levatela pure dai sogni( oltre che dalla testa), dannato sushi vade retro e tanto altro.

Io, a causa della dieta, sono riuscita persino a rinunciare alla mia torta di compleanno; fu una mission impossible, soprattutto quando i miei parenti mi fecero i complimenti per il suo gusto delicato( l’avevo preparata con le mie tenere manine, sigh!).

Avevo partorito da 3 mesi ed avevo il pallino di “tornare in forma entro Natale” , perciò mi tuffai delicatamente ( con totale diffidenza e poca voglia) in insalatine scondite, pollo e tacchino alla griglia, niente dolci…insomma, niente vita.

Poi, una volta arrivate le feste natalizie, mi ritrovai mezza rotolante con salsicce e salsicciotti che uscivano qua e là ed una raffinata pancetta da bevitore di birra perché mi bastò “assaggiare” la lasagna di Santo Stefano, fatta da mia nonna, per lievitare.

Gran bel risultato!! Grazie “-7 kg a Natale”, ottima sfida direi.

Oggigiorno il mercato delle diete può vantare centinaia di migliaia di varianti in base ai nostri obbiettivi, più o meno autolesionisti : – 2kg in due giorni, – 5kg in una settimana, come dimagrire con i fast food, – 30 kg sniffando polvere di unicorno…e tante altre, alquanto bizzarre aggiungo. Io personalmente ne ho provate molte ma, a questo punto, credo di necessitare di un pellegrinaggio a Lourdes. Eddai, non può restare impassibile persino la Madonna dinnanzi ad un caso umano come me!! Comunque, lasciando da parte i miei dettagli “morbidosi”, vediamo di concentrarci su di lei, la regina delle regine scondite…lei, l’unica, l’inimitabile dieta del gruppo sanguigno (cori da stadio in sottofondo). Sono quasi certa ne abbiate già sentito parlare, mi risulterebbe impossibile il contrario.

Vediamo di fare un piccolo salto nel passato, esattamente ai tempi in cui fu ideata. Anni ’90: le acconciature erano orrende, le merendine decisamente migliori ( Soldino della “Mulino Bianco” dove sei???), le amicizie erano vere, gli 883  facevano da colonna sonora alle nostre estati (mentre, intenti, ci sbranavamo il nostro mitico “Cornetto Algida“)…ma c’era lui: Peter D’Adamo (naturopata statunitense )che, non sapendo come impegnare le sue giornate (ma non ti potevi guardare Beverly Hills 90210 come ogni cristiano!?), ideò questo regime alimentare che ebbe rapida diffusione in tutto il mondo grazie al libro “Eat  right your type”  (in italiano: L’alimentazione su misura), vendendo la bellezza di sette milioni di copie e tradotto in sessanta lingue.

773b1c40-e62b-43f4-8339-16e2cd480da0.jpg

*Come va seguito lo schema in base al proprio gruppo sanguigno?

Secondo la dieta del gruppo sanguigno gli appartenenti al gruppo 0 (come me) dovrebbero consumare prevalentemente carni magre, frutta ( ma non la più buona eh, ti piacerebbe!), verdura e pesce.

Per il gruppo A (che dovrebbe risalire al Paleolitico ) bisognerebbe adottare un regime alimentare quasi vegetariano mentre il gruppo B può tranquillamente consumare uova, verdure e latticini.

Se invece appartenete al gruppo AB siete i prescelti! Potete infatti darvi alla pazza gioia facendo un mix tra i diversi regimi alimentari.

*Chi è il promotore, in Italia, di questa dieta?

Piero Mozzi, ebbene si. Spesso possiamo vederlo in TV, sia su piccole reti che su quelle principali e più conosciute. Il suo ricercatissimo libro “La dieta del dottor Mozzi. Gruppi sanguigni e combinazioni alimentari” ripropone questa tipologia di schema.

*Ma questa famigerata dieta funziona?

Lo so che volevate arrivare qua, al nocciolo ( sempre se non vi siete direttamente  catapultati  qui sotto ) della questione.

Mi sento di rispondere “ni”. Non per tutti è uguale; c’è chi può trarne benefici e chi no, c’è chi eliminando improvvisamente degli alimenti può star male e chi no, c’è chi si indebolisce e chi ne trae più forza. Io per ragioni di salute ( un po’ più per dei mie blocchi mentali) l’ho provata e ho riscontrato subito dei pro e dei contro. Io appartengo al gruppo 0 ove si predilige un’alimentazione del tutto, o quasi, salata ( zero zuccheri in generale, dolcificanti compresi) così, eliminando persino il famigerato cucchiaino di zucchero nel thè, ho cominciato a soffrire di sudorazione fredda, capogiri e nausea dovuti a bruschi cali della glicemia. Eliminando, invece, latticini e cereali ho iniziato a sentirmi divinamente: mal di stomaco, gonfiore e digestione lenta erano scomparsi.

Ho perso molto peso (-64 kg) ma ne ho ripresi 10 tra gravidanza e allattamento ( premetto, che non riesco più a perdere ) nel momento in cui ho dovuto reintegrarli.

Insomma, nulla di così eclatante, mi sento di dire che si tratta di una “dietuccia” come tante altre.  A parer mio ( ed io questo errore l’ho commesso) è un regime alimentare che non va assolutamente seguito vita natural durante , meglio se poche volte l’anno poiché eliminare così tanti nutrienti può portare a gravi scompensi nel nostro organismo (io sono ipotiroidea e, in allattamento, l’improvviso reinserimento di carboidrati ha contribuito alla comparsa del gozzo e ci è voluto un po’ per riassorbirlo completamente).

*Fidarsi è bene…ma non fidarsi è meglio!

Gli esperti hanno potuto constatare che questo regime alimentare non ha alcun fondamento scientifico ed è per questo che l’esclusione totale di certi nutrienti risulterebbe assai dannosa.

Uno studio pubblicato sull’America Journal of Clinical Nutrition ha potuto dichiararci che il modo delle persone di reagire alle diete non ha nulla a che vedere con il gruppo sanguigno. Impossibile, quindi, suddividere l’intera umanità in queste 4 categorie per poterne “partorire” una dieta blanda. A questo punto vi consiglio: da perfetta regina delle diete fai da te posso confermarvi che spesso e volentieri non si va da nessuna parte e si rischia, ahimè, di combinare dei gran casini più o meno gravi al nostro corpo. Affidatevi sempre alla sapienza di esperti!!

3ad9e3ce-3487-4429-9a0d-575b316247ce

(Immagine della piramide alimentare che tutti dovremmo seguire)

 

 

Annunci
The all news
Articolo creato 26

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: